Cosa stai cercando ?

giovedì 5 gennaio 2012

BOCCONCINI DI AGNELLO ROGAN JOSH

 

IMG_4308

Gentili telespettatori, lo so, mi sono fatto desiderare fin troppo a lungo dai pochi rimasti a seguirmi…ma sapete che per me questo blog e’ un puro sfogo per la creativita’ e la fame, di spirito e di stomaco. Ed e’ proprio per questo che mi accingo a dare sfogo a questo agnello rogan josh, delizia indiana relativamente meno conosciuta rispetto ad altri piatti. A proposito di India, ci sono stato per la prima volta pochi mesi orsono e sono rimasto sbalordito. Troppe cose da dire in proposito…dovrete essere pazienti ed attendere il vostro turno. Per adesso, beccatevi questo agnellino:

dosi per 4 persone come piatto unico piuttosto pesantuccio, da accompagnare con pane/riso:
- 600 g di Cosciotto d' Agnello disossato
- 1 cucchiaio di Coriandolo in semi
- 1 cucchiaino di Peperoncino in polvere
- mezzo cucchiaino di Zenzero fresco grattugiato
- 6 chiodi di Garofano
- 3 cucchiai di Burro
- 1 tazza di Yoghurt bianco
- mezzo cucchiaino di Noce Moscata grattugiata
- mezzo cucchiaino di Cardamomo pestato
- 3 cucchiaini di Garam Masala
- un pizzico di Zafferano in polvere
- mezza tazza di Panna fresca
- un pugno di Mandorle tostate in scaglie

IMG_4310

Dunque cari discepoli, prendete il vostro cosciotto o spalla d’ agnello e riducetelo a tocchetti, come per uno spezzatino. Se siete degli stakanovisti come il sottoscritto, pelate e scagliate (no, non fuori dalla finestraaa !!!) le vostre mandorle e tostatele in padella voi stessi finche’ saranno leggermente imbrunite. Se invece andate di fretta e non conoscevate il minatore russo, compratele gia’ scagliate e possibilmente tostate. In una padella antiaderente, poi, tostate insieme il peperoncino e i semi di coriandolo. Toglieteli dal fuoco quando avranno preso un po’ di colore e macinate il tutto senza indugio con il vostro pestello di fiducia (se vi ricordate, il mio e’ un mastodonte da 20 kg a cui sono affezionatissimooo). A questo punto fate sciogliere il burro in una pentola e aggiungetevi zenzero tritato e chiodi di garofano, ponendovi dunque anche la carne che farete rosolare per benino da tutti i lati, aggiungendo dopo un paio di minuti peperoncino e coriandolo tostati. Sentite le mefitiche esalazioni infernali chiamarvi a raccolta per godere dei piaceri della carne ? Siete sul cammino giusto. Aggiungete anche noce moscata e cardamomo e indi (ci mancavi) anche lo yoghurt. A questo punto lasciate cuocere qualche minuto (4-8) e aggiungete una tazza d’ acqua all’ intingolo (che splendida parola, credo di non averla mai utilizzata prima….un minuto di silenzio per lei) e lasciate sobbollire per 1 ora circa. Se utilizzerete il coperchio, il piatto risultera’ piu’ cremoso/liquido, senza coperchio sara’ un po’ piu’ asciutto, ai posteri l’ ardua sentenza. A questo punto, e solo a questo punto, unite il garam masala, che non e’ una tecnica ayurvedica, bensi’ una miscela di spezie indiana alla base di molti piatti deliziosi. Fate sciogliere lo zafferano nella panna e unitela all’ agnello. Slaaab. Fate restringere la salsa a fuoco bassissimo per 2-4 minuti. Togliete dal fuoco e cospargete con le mandorle a scaglie. Mentre vi commuovete alla vista di questo piatto, pensate a come consumarlo. Io suggerisco un semplice riso bianco e l’ immancabile pappadam, ma anche un naan fara’ all’ abbisogna, specie se all’ aglio. Mangiate e godetene tutti e soprattutto, bentornati !

IMG_4307

2 commenti:

Gioppa ha detto...

Sfoga la tua creativita' piu' spesso please, adoro le tue ricette!

Miki ha detto...

Carissima, fin troppo gentile ! Non merito tutto questo successo...io leggo in giro, sperimento e riporto fedele i risultati dei miei esperimenti: ma lo faro' piu' spesso, promesso !
Un saluto
Mik

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...